Recensione Magic Hearts Rabbit

recensione sex toy con susan, magic heart rabbits

Nascita dei Rabbits, i Sex Toy

Sei mai stato a conoscenza di un sex toy vip?

Eh già, il vibratore del quale Chiara ti parlerà, è un giocattolino diventato famoso grazie alla tv.

Ma partiamo dal principio.

Siamo all’inizio degli anni 80 e chiunque sa cosa sono i sex toys; tra chi li ripudia e chi li acquista, questi oggetti del piacere, prendono sempre più campo nel mercato. 

Girano voci inerenti a sex toys differenti da quelli in commercio, provenienti dall’Oriente.

Quando un imprenditore americano, durante un viaggio in Giappone, si rende conto che queste voci sono vere, rimane molto colpito da un vibratore innovativo pensato per la stimolazione interna ed esterna. 

Un oggetto unico, capace di regalare piacere vaginale e clitorideo allo stesso momento, composto da una parte più grande a forma di pene da inserire in vagina e un estremità più piccola, da mettere a contatto con la clitoride, dotata di due “lembi” vibranti che ricordano delle orecchie.

Questo imprenditore decide di portare con sé questi Toys e provare a venderli nei suoi negozi in America. 

Impazza così la corsa per avere il nuovo vibratore giapponese; tutti i venditori proprietari di sexy shop li vogliono. 

Nasce così nel 1983 l’azienda Vibratex, che raccoglie feedback, li invia in Giappone e fa modificare i Toys in base alle esigenze del popolo americano.

Come mai viene scelto il nome Rabbit per questo vibratore?

Un omaggio al Giappone, dove questo animaletto è ritenuto un portafortuna.

Il Rabbit entra così a far parte della gamma dei sex toys. 

Ma quando questo toy diventa famoso in tv?

È il 1998 e il telefilm Sex and the City, al 9° episodio, dal titolo “Autoerotismo”, manda in onda la vicenda di Charlotte, che spinta dalle amiche, decide di acquistare un vibratore Rabbit, dopo essere rimasta affascinata dalla sua forma: rosa, tenero, vibrante e intrigante.

È proprio il Rabbit Pearl della Vibratex.

Vari modelli nel corso degli anni si sono evoluti, da quello collegato ad un cavo e controllato da un telecomando, a quello con le batterie incorporate, così da avere una sola mano impegnata e permettere all’altra di raddoppiare il piacere. 

Le vendite salgono alle stelle, le imitazioni si moltiplicano e il Rabbit diventa così uno dei sex toy più acquistati della storia!

Magic Hearts Rabbits

Susan ci mostrerà e ci spiegherà perché ha deciso di acquistare un Rabbit e soprattutto cosa ne pensa.

“Eccomi di nuovo qui gente. Anche questa volta la mia coinquilina Chiara non ci ha risparmiato di parole. 

Perché ho comprato un Rabbit? Perché no dico io!

Per una collezionista come me..potevo non averne uno?

Nel primo ordine che feci su uno shop online, acquistai due vibratori.

Uno dei due, era proprio questo delizioso Rabbit rosa. 

Spoiler: non vedrete altri colori al di fuori di rosa e viola nella mia collezione! 

Quella volta che andai a via da casa dei miei genitori, cercai un modo per inaugurare quella che sarebbe stata la mia reggia dell’orgasmo. 

Decisi che il metodo migliore sarebbe stato fare un ordine sul sito pepemio.it.

Due giorni di attesa e il vibratore fu mio! 

Ebbi così la possibilità di regalarmi un orgasmo nella mia nuova casetta, utilizzandolo un giorno come vibratore, un giorno come delizioso soprammobile. 

Con 12 modalità di vibrazione, in totale lungo 21cm e un diametro di 3,5cm, una volta inserite le batterie, potrete decidere se farlo vibrare e basta o azionare anche la punta, che ruoterà all’interno della vostra vagina, andando a stimolare il punto G.

E se non hai ancora fatto amicizia con il tuo punto G, come recuperare a questa disgrazia?

Compra un Rabbit anche tu!

L’estremità più piccola che poggerà sulla tua clitoride, ti regalerà una vibrazione carina e coccolosa esattamente come la sua forma; la parte che invece inserirai all’interno, con la punta rotante e dalle sfere metalliche interne, ti procureranno piacere e gridolini di pura gioia. 

Quindi, che dire.

Complimenti ai giapponesi che hanno inventato questo gioiellino! 

Consigliatissimo a chi si approccia a questo mondo, ma non sa cosa scegliere come primo Toy.

Non è troppo imponente da spaventare una baby vagina, ma allo stesso tempo, nasconde la sua malizia e le sue grandi capacità sotto forma di coniglio.

Ed esiste qualcuno a questo mondo che non ama i coniglietti?

I sex toys vanno usati con responsabilità. 

Quelli destinati all’uso vaginale non vanno inseriti nell’ano. 

Consigliabile la combo con una buona dose di lubrificante. 

Dopo e prima dell’utilizzo, lavare i Toys con acqua tiepida e sapone intimo o con gli appositi cleaner che trovate in qualsiasi rivenditore fisico o online. 

In commercio ci sono anche disinfettanti spray, per quel tocco finale di sicurezza in più, prima di un nuovo utilizzo.

Toy Cleaner:
We-Vibe Clean 100ml
EXCITE Detergente Disinfettante Igienizzante Antibatterico, no alcol, 100ml (profumato)

Lubrificanti a base acquosa (utilizzabili con preservativo):
Durex Pleasure Gel Feel Lubrificante Intimo, 250ml
Durex Naturals Gel Lubrificante Idratante con Acido Ialuronico, 100 ml – indicato in caso di secchezza vaginale
Durex Naturals Gel Lubrificante Delicato con Aloe Vera, 100 ml – unico lube con aloe vera che mi sento di consigliare
Joydivision Aquaglide Lubrificante Intimo 200ml – il mio preferito
Lubrificante Intimo Lubido Senza Parabeni, 250 ml, Confezione da 2
Easy glide 150ml
ACVIOO Gel Lubrificante a Base D’acqua Naturale Trasparente Senza Parabeni – 240ml

Lubrificanti a Base in Silicone:
Durex Eternal 50ml – Utilizzabile con preservativo
SKYN All Night Long 80ml

Guardare sempre gli elementi contenuti nei vari lube, possono crearsi reazioni allergiche

Buon divertimento, with love Chiara & Susan.

Iscriviti alla Newsletter!
Rimani aggiornato sugli ultimi articoli!

Se non vedi la mail di iscrizione, controlla nella casella di spam

Susan e Chiara | Toys in pills

Ciao a tutti, mi presento: sono Susan e sono qui per parlarvi di sex toys insieme alla mia coinquilina Chiara, che pensa di essere la mia padrona, ma non sa che in realtà comando io. 
Abbiamo una passione in comune: peni artificiali e tutto ciò che riguarda la sfera sessuale.
Li acquistiamo, li collezioniamo e li recensiamo, così da aiutare chi cerca un consiglio, intrattenere chi è curioso e togliere qualche tabù a chi ancora è dell’idea che un sex toy sia il sostituto di un pene per una ragazza single e triste.

Persone Intersessuali e Identità di genere | Red Rope

Da quando ho aperto il blog ho trattato in moltissime salse il sesso biologico e identità di genere, ma devo farlo anche in questo articolo dato che è fondamentale per il ragionamento che sto per portare avanti. Sesso Biologico: come siamo fatti biologicamente (maschio, femmina, intersessuali)Identità di genere: come ci sentiamo psicologicamente (maschi, femmina, altro)… Leggi tutto »Persone Intersessuali e Identità di genere | Red Rope

Qual è l’orientamento sessuale se si è attratti dalle persone trans? | Red Rope

Premetto che questo articolo nel tempo probabilmente verrà modificato più volte Ma andiamo al fulcro della questione, l’orientamento sessuale l’ho trattato in veramente molti articoli, sia articoli solo sull’orientamento sessuale, sia quando parlavo di bisessualità, asessualità, pansessualità: Ma guardiamo i termini ombrello (termini che al loro interno ne contengono altri) che dell’orientamento sessuale: Eterosessuale: persona… Leggi tutto »Qual è l’orientamento sessuale se si è attratti dalle persone trans? | Red Rope

differenze tra pene shower e grower

Pene Shower e Grower, qual è il tuo?

Non tutti i peni sono uguali ognuno ha le proprie forme e dimensioni. Quando parliamo di dimensioni possiamo trovare di fatto due macro categorie: Peni Shower: che possiamo tradurlo come “pene che si mostra”, ovvero quella tipologia di pene che da flaccido ha praticamente le stesse dimensioni che da eretto. Peni Grower: che possiamo tradurlo… Leggi tutto »Pene Shower e Grower, qual è il tuo?

Come fare sesso anale senza dolore

Più e più volte abbiamo parlato del concetto di sesso e quanto questo sia difficile definirlo, in questo caso quindi mi limiterò a parlare di penetrazione anale. Mettersi oggetti nel sedere non è considerata una pratica piacevole, per varie motivazioni, ma nei rapporti intimi questa pratica può essere molto divertente e interessante. Ricordiamo e ti… Leggi tutto »Come fare sesso anale senza dolore

John Money e l’identità di genere: l’esperimento che portò ai gender study | Red Rope

J.Money era uno psicologo il quale ha studiato inizialmente psicologia alla Victoria University of Wellington, successivamente prese un doppio master in psicologia e istruzione nel 1944.Money inoltre, era un membro junior della facoltà di psicologiadell’Università di Otago, all’età di 26 anni, andò a studiare negli Stati Uniti all’Istituto psichiatrico dell’Università di Pittsburgh. Dopo un periodo a Pittsburgh la abbandonò per… Leggi tutto »John Money e l’identità di genere: l’esperimento che portò ai gender study | Red Rope

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.