Recensione Vibratore Harmony

recensione sex toy stimolatore punto g

Qualche parola sul Punto G

Se i pirati cercavano il tesoro, Napoleone cercava L’India, Mago Merlino cercava di estrarre la spada dalla roccia..noi cerchiamo il punto G!

Ma spendiamo qualche parola su questo “punto” così misterioso, così voluto e bramato (non essendo una dottoressa, nè una sessuologia, ciò che troverete nelle prossime righe, sono info reperibili da chiunque).

Qui parliamo di sex toys e uno dei più comuni, è il classico vibratore. 

E cosa fa un vibratore? Che domande..vibra!

Ma spesso grosse dimensioni, tante vibrazioni e soprattutto promesse, non sono sufficienti per andare a stimolare, ciò che in realtà dovrebbe essere stimolato. 

Se pensiamo all’inserimento di due dita in vagina, quasi tutti oramai, sappiamo che non dobbiamo tenerle dritte e muoverle dentro e fuori come dei pazzi; sappiamo invece, che dobbiamo chiuderle un po’, poggiare i polpastrelli sulla parete anteriore e fare un movimento, come a dire “vieni qui”. 

Facendo così, cosa andiamo ad attivare? Un interruttore? Un pulsante? No, solo il famoso punto G. 

Che poi, punto non è. 

In realtà, quella è un’area che si trova circa a 3/4cm dall’ingresso della vagina. 

È una zona rugosa e spugnosa, estremamente ricca di terminazioni nervose; è detta CUV (clitoro-uretro-vaginale). 

Durante l’eccitazione, la parete spugnosa che circonda l’uretra si gonfia; qui si trovano le ghiandole di Skene, quelle che regolano l’eiaculazione o squirting (chiamatelo come preferite insomma).

Quando si va a stimolare quello che comunemente è definito punto G, quest’area si attiva e di conseguenza si attiverà un piacere molto intenso. 

Il movimento adatto a farci raggiungere questo piacere, è composto da pressione e una sorta di massaggio.

Perciò, i vibratori che vibrano e basta, saranno secondo voi sufficienti all’attivazione di tutte queste aree sopra citate? 

Susan parola a te.

Recensione Vibratore Harmony

“Hey amici, spero stiate bene, eccomi tornata puntuale come sempre! 

Vorrei rispondere in modo piuttosto veloce, alla domanda che ha posto Chiara: NO. 

Ma, sono buona e gentile e vi dirò qualcosa in più. 

Un vibratore che vibra e basta, non va a fare nessuna pressione sull’area CUV e non ci farà godere, come uno che invece quella pressione la fa. 

Non importa che sia super lungo, super largo o con talmente tante vibrazioni da non riuscire a contarle; se quella zona non riceverà la giusta stimolazione, noi donne non saremo poi tanto soddisfatte. 

Ecco perché, oggi voglio recensire un sex toy, che fa esattamente tutto ciò che deve fare. 

Parlo del vibratore Harmony del brand Toyz4Lovers. 

Questo toy mi è stato gentilmente omaggiato dal sito PEPEMIO. 

Ero scettica inizialmente “Va bè, il solito vibratore” mi sono detta; quando invece ho scoperto il suo movimento, mi sono ricreduta. 

È rosa, in silicone, liscissimo e molto piacevole da accarezzare.

Largo 3,5cm, lungo 20,5cm e ricaricabile tramite cavo USB in dotazione. 

Ci sono due pulsanti: con uno accendi/spegni/controlli le vibrazioni (ce ne sono 8), con l’altro azioni il movimento della testina avanti e dietro (3 intensità). Riproduce perciò quel movimento da fare con le dita del quale parlava prima Chiara. Provandolo sia internamente che esternamente, mi è piaciuto davvero molto e lo consiglio a tutte le lettrici e a tutti i lettori, che vogliono un’idea regalo per far felice qualche vulva-munita.

Se questo Toy è riuscito ad animare il mio punto G assopito da anni, riuscirà a regalare intense emozioni anche alle altre donne! 

In più, è custodito all’interno di un’elegante scatola nera che lo rende un gioiellino davvero prezioso, assolutamente da avere! 

Se volete sperimentare altri modi per provare piacere o siete curiosi di sapere qualcosa in più sul mondo del sesso, questo non è l’unico articolo che troverete sul blog; Red Rope, il fondatore, offre tanti altri articoli ricchi di preziose nozioni!”

I sex toys vanno usati con responsabilità. 

Quelli destinati all’uso vaginale non vanno inseriti nell’ano. 

Consigliabile la combo con una buona dose di lubrificante. 

Dopo e prima dell’utilizzo, lavare i Toys con acqua tiepida e sapone intimo o con gli appositi cleaner che trovate in qualsiasi rivenditore fisico o online. 

In commercio ci sono anche disinfettanti spray, per quel tocco finale di sicurezza in più, prima di un nuovo utilizzo.

Toy Cleaner:
We-Vibe Clean 100ml
EXCITE Detergente Disinfettante Igienizzante Antibatterico, no alcol, 100ml (profumato)

Lubrificanti a base acquosa (utilizzabili con preservativo):
Durex Pleasure Gel Feel Lubrificante Intimo, 250ml
Durex Naturals Gel Lubrificante Idratante con Acido Ialuronico, 100 ml – indicato in caso di secchezza vaginale
Durex Naturals Gel Lubrificante Delicato con Aloe Vera, 100 ml – unico lube con aloe vera che mi sento di consigliare
Joydivision Aquaglide Lubrificante Intimo 200ml – il mio preferito
Lubrificante Intimo Lubido Senza Parabeni, 250 ml, Confezione da 2
Easy glide 150ml
ACVIOO Gel Lubrificante a Base D’acqua Naturale Trasparente Senza Parabeni – 240ml

Lubrificanti a Base in Silicone:
Durex Eternal 50ml – Utilizzabile con preservativo
SKYN All Night Long 80ml

Guardare sempre gli elementi contenuti nei vari lube, possono crearsi reazioni allergiche

Buon divertimento, with love Chiara & Susan.

Iscriviti alla Newsletter!
Rimani aggiornato sugli ultimi articoli!

Se non vedi la mail di iscrizione, controlla nella casella di spam

Susan e Chiara | Toys in pills

Ciao a tutti, mi presento: sono Susan e sono qui per parlarvi di sex toys insieme alla mia coinquilina Chiara, che pensa di essere la mia padrona, ma non sa che in realtà comando io. 
Abbiamo una passione in comune: peni artificiali e tutto ciò che riguarda la sfera sessuale.
Li acquistiamo, li collezioniamo e li recensiamo, così da aiutare chi cerca un consiglio, intrattenere chi è curioso e togliere qualche tabù a chi ancora è dell’idea che un sex toy sia il sostituto di un pene per una ragazza single e triste.

Persone Intersessuali e Identità di genere | Red Rope

Da quando ho aperto il blog ho trattato in moltissime salse il sesso biologico e identità di genere, ma devo farlo anche in questo articolo dato che è fondamentale per il ragionamento che sto per portare avanti. Sesso Biologico: come siamo fatti biologicamente (maschio, femmina, intersessuali)Identità di genere: come ci sentiamo psicologicamente (maschi, femmina, altro)… Leggi tutto »Persone Intersessuali e Identità di genere | Red Rope

Qual è l’orientamento sessuale se si è attratti dalle persone trans? | Red Rope

Premetto che questo articolo nel tempo probabilmente verrà modificato più volte Ma andiamo al fulcro della questione, l’orientamento sessuale l’ho trattato in veramente molti articoli, sia articoli solo sull’orientamento sessuale, sia quando parlavo di bisessualità, asessualità, pansessualità: Ma guardiamo i termini ombrello (termini che al loro interno ne contengono altri) che dell’orientamento sessuale: Eterosessuale: persona… Leggi tutto »Qual è l’orientamento sessuale se si è attratti dalle persone trans? | Red Rope

differenze tra pene shower e grower

Pene Shower e Grower, qual è il tuo?

Non tutti i peni sono uguali ognuno ha le proprie forme e dimensioni. Quando parliamo di dimensioni possiamo trovare di fatto due macro categorie: Peni Shower: che possiamo tradurlo come “pene che si mostra”, ovvero quella tipologia di pene che da flaccido ha praticamente le stesse dimensioni che da eretto. Peni Grower: che possiamo tradurlo… Leggi tutto »Pene Shower e Grower, qual è il tuo?

Come fare sesso anale senza dolore

Più e più volte abbiamo parlato del concetto di sesso e quanto questo sia difficile definirlo, in questo caso quindi mi limiterò a parlare di penetrazione anale. Mettersi oggetti nel sedere non è considerata una pratica piacevole, per varie motivazioni, ma nei rapporti intimi questa pratica può essere molto divertente e interessante. Ricordiamo e ti… Leggi tutto »Come fare sesso anale senza dolore

John Money e l’identità di genere: l’esperimento che portò ai gender study | Red Rope

J.Money era uno psicologo il quale ha studiato inizialmente psicologia alla Victoria University of Wellington, successivamente prese un doppio master in psicologia e istruzione nel 1944.Money inoltre, era un membro junior della facoltà di psicologiadell’Università di Otago, all’età di 26 anni, andò a studiare negli Stati Uniti all’Istituto psichiatrico dell’Università di Pittsburgh. Dopo un periodo a Pittsburgh la abbandonò per… Leggi tutto »John Money e l’identità di genere: l’esperimento che portò ai gender study | Red Rope

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.