Recensione Dildo Ventosa

Dildi, una storia millenaria

Vi ho già parlato di come i nostri antenati sapevano divertirsi costruendo dildi con i più svariati materiali; da quello in roccia risalente al Paleolitico (29.000 a.C), a quelli dei Greci chiamati OLISBOI (infilarsi), fatti da legno e foderati di cuoio e lana.

In Cina li facevano di giada o bronzo, per passare all’Italia dove il mercato dei dildo prese piede durante il Rinascimento. 

Quelli di Murano erano commercializzati e andavano alla grande.

Insomma, alle persone è sempre piaciuto divertirsi infilandosi cose falliche nei vari buchi a disposizione! 

Oggi voglio raccontarvi della prima volta che io ne acquistai uno e lo provai. 

Iniziai a masturbarmi alla tenera età di 10 anni, passai dalla conoscenza della clitoride, a scoprire di avere un buco da poter riempire in qualche modo. 

Iniziando dalle dita, passando poi al manico della spazzola; dal deodorante con la boccetta in vetro, arrivando ai 18 anni e iniziare ad usufruire dei peni veri. 

Verso i 25 anni, decisi di andare in un sexy shop fisico e fare il mio primo acquisto. Non avevo idea di cosa prendere, ero solo eccitata dall’idea di tornare a casa con un dildo. 

Rimasi estasiata dai tanti sex toys disponibili nello shop e alla fine decisi per due giochi: un bullet da clitoride a forma di rossetto e un dildo con ventosa fucsia, realistico e decisamente non piccolo. Tempo un mese e sarei andata ad abitare da sola, quindi per un po’, i miei due nuovi acquisti rimasero nascosti. 

Ma quale metodo migliore per inaugurare una casa, se non con un bell’orgasmo? 

Mi resi poi conto di aver fatto un acquisto sbagliato, perché usai il bullet fino a romperlo, al contrario del dildo, che mi divertivo più ad attaccare alla porta e farci giocare la gatta. 

Questo perché ne scelsi uno largo 4,5cm e lungo 19,5cm. 

Bella la sensazione, bella la cavalcata su un dildo da attaccare ovunque, ma se niente va a stimolare la mia clitoride, non raggiungo nessun orgasmo. 

Comunque, anche Susan lo ha provato e l’ha apprezzato un po’ più di me..lascio perciò la parola a lei!

Recensione Dildo Realistico con Ventosa

“E sono di nuovo qui amici! 

Chiara ha ragione, a me il dildo rosa e gommoso piace un po’ di più! 

Insomma, cosa ha di positivo? Per prima cosa è fucsia e trasparente, quindi esteticamente parlando è bellissimo. 

Ha una ventosa, perciò puoi attaccarlo alla sedia, allo specchio, alla porta, alle pareti della doccia; puoi attaccartelo in fronte e fare un cosplay di un unicorno, essendo gommoso potete farci giocare i vostri amici a quattro zampe, oppure tenendolo dalla ventosa, potete anche picchiarci le persone!

Ha una forma realistica con tanto di vene,  ma essendo di un colore non reale, fa meno senso..almeno a me, che non sono un’amante dei dildo o vibratori iper realistici nelle venature, colore o testicoli. Quindi, pro e contro sul dildo:

PRO: è esteticamente bello;

le dimensioni sono abbondanti, perciò chi crede che le misure contino, potrà amare un prodotto del genere;

è divertente da vedere perché è gommoso.

CONTRO: non è di un materiale sicuro, essendo gommoso si sporca solo a guardarlo, quindi necessita di preservativo durante l’utilizzo, per evitare di trasportare sporco all’interno della vagina;

se siete persone “comode” non fa per voi, visto che dovete essere voi a muoverlo. Praticamente, se vi piace cavalcare, magari fare anche un po’ di spettacolo quando non siete sole, fossi in voi, prenderei in considerazione l’acquisto di un Toy con la ventosa come questo!”

Raccomandazioni finali

I sex toys vanno usati con responsabilità. 

Quelli destinati all’uso vaginale non vanno inseriti nell’ano. 

Consigliabile la combo con una buona dose di lubrificante. 

Dopo e prima dell’utilizzo, lavare i Toys con acqua tiepida e sapone intimo o con gli appositi cleaner che trovate in qualsiasi rivenditore fisico o online. 

In commercio ci sono anche disinfettanti spray, per quel tocco finale di sicurezza in più, prima di un nuovo utilizzo.

Consigli d’acquisto

NON SONO IN ORDINE DI IMPORTANZA, al massimo in ordine logico (ma neanche quello)

Ayzad è un giornalista, divulgatore e sexual coach, ha un blog dove divulga solo ed esclusivamente sul mondo BDSM. Uno dei massimi esponenti del mondo BDSM, ha creato varie guide che riporterò qui sotto, io consiglio di prenderle sempre tutte, ma ognuna da comunque molti spunti di riflessione

Tristan Taormino, divulgatrice, regista di film porno e altro ancora, ha creato una serie di libri molto interessanti, anche sul bdsm

Davide la Greca, un maestro nell’arte dello shibari:

Toy Cleaner:
We-Vibe Clean 100ml
EXCITE Detergente Disinfettante Igienizzante Antibatterico, no alcol, 100ml (profumato)

Lubrificanti a base acquosa (utilizzabili con preservativo):
Durex Pleasure Gel Feel Lubrificante Intimo, 250ml
Durex Naturals Gel Lubrificante Idratante con Acido Ialuronico, 100 ml – indicato in caso di secchezza vaginale
Durex Naturals Gel Lubrificante Delicato con Aloe Vera, 100 ml – unico lube con aloe vera che mi sento di consigliare
Joydivision Aquaglide Lubrificante Intimo 200ml – il mio preferito
Lubrificante Intimo Lubido Senza Parabeni, 250 ml, Confezione da 2
Easy glide 150ml
ACVIOO Gel Lubrificante a Base D’acqua Naturale Trasparente Senza Parabeni – 240ml

Lubrificanti a Base in Silicone:
Durex Eternal 50ml – Utilizzabile con preservativo
SKYN All Night Long 80ml

Guardare sempre gli elementi contenuti nei vari lube, possono crearsi reazioni allergiche

Buon divertimento, with love Chiara & Susan.

Iscriviti alla Newsletter!
Rimani aggiornato sugli ultimi articoli!

Se non vedi la mail di iscrizione, controlla nella casella di spam

Susan e Chiara | Toys in pills

Ciao a tutti, mi presento: sono Susan e sono qui per parlarvi di sex toys insieme alla mia coinquilina Chiara, che pensa di essere la mia padrona, ma non sa che in realtà comando io. 
Abbiamo una passione in comune: peni artificiali e tutto ciò che riguarda la sfera sessuale.
Li acquistiamo, li collezioniamo e li recensiamo, così da aiutare chi cerca un consiglio, intrattenere chi è curioso e togliere qualche tabù a chi ancora è dell’idea che un sex toy sia il sostituto di un pene per una ragazza single e triste.

Recensione Curvy 1+ vs Curvy 2+ | Red Rope

Oramai mesi fa testai il Curvy 1+ della Satisfyer che apprezzai veramente tanto, un ottimo succhia clitoride, al tempo lo misi al confronto con il Satisfyer Pro 2, ma adesso è arrivata un’altra sfida: il Curvy 1+ vs Curvy 2+ (il fratellino maggiore) Il Curvy 2+, è attualmente in promozione fino sul sito di Sexyavenue,… Leggi tutto »Recensione Curvy 1+ vs Curvy 2+ | Red Rope

BDSM e Framework SSC: il suo reale significato | Red Rope

La sigla SSC è nata nel 1983, quando David Stein entrò a far parte della associazione GMSMA (Gay Male S/M Activist). Quest’ultima doveva creare la così detta “Dichiarazioni di scopi e di identità”. Citando letteralmente il documento, l’apertura era: GMSMA è un’organizzazione no-profit per maschi gay nell’area di New York City che sono seriamente interessati in… Leggi tutto »BDSM e Framework SSC: il suo reale significato | Red Rope

Recensione Vibratore PoPSicle – il gelato vibrante | Red Rope

Ancora una volta in collaborazione con sexyavenue, uno dei più interessanti sexy shop che potete trovare online, oggi sono qui a presentarvi un loro prodotto molto interessante e divertente. Durante l’estate si sa che la cosa principale che si vuole fare è divertirsi, che sia al mare o da altre parti. E quando torniamo a… Leggi tutto »Recensione Vibratore PoPSicle – il gelato vibrante | Red Rope

Bisessualità e Pansessualità: differenze e punti in comune | Red Rope

Storicamente la parola pansessualità è stata introdotta da Freud nel lontano ma vicino 1917. Questo termine, però, è diventato di uso comune solo di recente, spesso messo in contrapposizione alla parola bisessuale. La pansessualità è un orientamento sessuale facente parte dello spettro del termine ombrello “Bisessuale” e deriva dall’aggettivo greco πας, πάσα, παν, ovvero “tutto”.… Leggi tutto »Bisessualità e Pansessualità: differenze e punti in comune | Red Rope

Quando si può parlare di consenso? | Red Rope

“Volenti non fit unjuria”  – Ulpiano Se avete già avuto modo di leggere l’articolo sui framework, essi hanno tutti un punto, ben esplicitato, in comune: il consenso. Come abbiamo già accennato nell’articolo precedentemente citato, chi approccia il BDSM dall’esterno e senza una dovuta infarinatura, si ritrova ad avere a che fare con pratiche violente ed… Leggi tutto »Quando si può parlare di consenso? | Red Rope

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *