Pornografia, cos’è e gli effetti sulla persona

Fruizione di pornografia

Pornografia e internet

Grazie all’arrivo di internet, la pornografia è diventata sempre più accessibile e quindi anche più diffusa. I maschi ancora ne fanno un uso più ampio rispetto alle donne, ma anche il genere femminile è presente nelle statistiche dei siti porno, nonostante molte donne non lo ammetterebbero apertamente.

Masturbazione e pornografia

Il materiale pornografico è associato alla masturbazione, pratica che ancora si trascina dietro vergogna e pregiudizi da parte della società

L’uso di pornografia e la masturbazione sono visti ancora in maniera negativa, soprattutto per quanto riguarda le donne per colpa dei pregiudizi presenti in una società ancora legata a una visione tradizionale dei generi.

La donna in quest’ottica è vista come un essere puro: il sesso deve essere un mezzo per procreare o per soddisfare l’uomo, ma non come un’attività piacevole per soddisfare sé stesse. Per questo motivo la masturbazione viene esclusa e vista come un’attività che la donna ideale non praticherebbe mai.

Man mano che i tempi progrediscono, anche la società cambia e queste visioni retrograde vengono pian piano abbandonate in favore di una visione più egualitaria in tutti gli ambiti della vita, anche della sessualità.

Maschilismo e pornografia

La pornografia è maggiormente utilizzata da un pubblico maschile, molti materiali sono creati appositamente per questo pubblico mostrando la donna quasi come un mero oggetto da utilizzare: alcuni studi hanno evidenziato una correlazione tra l’esposizione precoce alla pornografia a uno sviluppo di atteggiamenti maschilisti.

Una corretta educazione alla sessualità e sugli stereotipi di genere potrebbe favorire una corretta fruizione della pornografia.

La pornografia nella coppia

L’utilizzo della pornografia all’interno della coppia, quando viene vissuta come un’alternativa, un momento ludico e trasgressivo, come uno spazio di complicità e condivisione, può essere considerato un elemento positivo.

Come l’uso di sex toy, giochi di ruolo e altre pratiche, anche la pornografia può aumentare l’intimità tra i partner e favorire l’intesa, la comunicazione e lo scambio.

In merito, uno studio riporta che la visione di materiale porno all’interno della sessualità di coppia è associato a una maggiore soddisfazione sessuale per entrambi i partner. Al contrario, l’uso individuale sembra essere associato a una minore soddisfazione sessuale.

Un altro studio ha messo in risalto come l’atteggiamento nei confronti della pornografia fosse un fattore discriminante in termini di soddisfazione sessuale e relazionale: ovvero il significato che si associa alla pornografia.L’utilizzo della pornografia, soprattutto se usata singolarmente, deve essere limitata, altrimenti potrebbe portare effetti negativi sia sulla relazione, sia sulla soddisfazione del singolo.

Gli effetti positivi e negativi della pornografia

La pornografia ha effetti positivi sul corpo e sulla psiche, ma le conseguenze possono essere anche molto negativi, soprattutto se si entra in contatto con questo materiale troppo precocemente e senza un’adeguata educazione in merito.

In particolare, fare uso di materiali pornografici quando ancora non si è in grado di capire che cosa sia realistico e che cosa sia dovuto alla messa in scena attoriale, potrebbe portare alla creazione di aspettative sbagliate sui rapporti sessuali, sulle proprie prestazioni e quelle dell’eventuale partner: arrivando così a sviluppare un’insoddisfazione verso la realtà che potrebbe non essere mai all’altezza della finzione.

L’uso della pornografia permette di soddisfare desideri erotici irrealizzabili o irrealizzati, ma anche per aumentare l’immaginario erotico della persona.

Allo stesso tempo, un uso smodato può anche avere l’effetto opposto di atrofizzare il pensiero, la creatività e la fantasia e può creare una visione distorta della sessualità.

La pornografia può avere effetti benefici sulla persona, ma anche sulla coppia, ma può avere anche dei risvolti negativi soprattutto legati a un uso smodato e senza le dovute premesse date da una corretta educazione.

Il materiale pornografico è ancora intriso degli stereotipi e dei pregiudizi che pervadono la nostra società e può portare ad atteggiamenti sessisti e discriminatori nei confronti delle donne.

Consiglio d’acquisti

Il primo che vi consigliamo di leggere è:

Violeta Benini, la divulvatrice, divulgatrice sessuale, sex blogger e ostetrica

  • Senza tabù: libro dedicato ai più giovani, ma decisamente adatto anche agli adulti di Violeta Benini, la divulvatrice, divulgatrice sessuale, sex blogger e ostetrica

Jüne Plã, illustratric*, ha creato un libro che ha fatto molto parlare di sè

  • Club Godo. Una cartografia del piacere: il nome dice già tutto, ma molto interessante da leggere, sfogliare, trarre ispirazione di Jüne Plã, illustratric*, ha creato un libro che ha fatto molto parlare di se

Michele Spaccarotella, psicologo e psicoterapeuta, ha creato una interessante guida al piacere digitale, come orientarsi nell’online (e offline)

  • Il piacere digitale: una interessante guida che aiuta a riflettere e interpretare la sessualità di Michele Spaccarotella, psicologo e psicoterapeuta, ha creato una interessante guida al piacere digitale, come orientarsi nell’online (e offline)

Tristan Taormino, divulgatrice, regista di film porno e altro ancora, ha creato una serie di libri molto interessanti, ma qui vi consiglio qualcosina per il di dietro

Morena Nerri, conosciuta anche come le_sex_en_rose, divulgatrice e sexual blogger. Le sue interviste nude sono oramai famose

Dossie Easton, una scrittrice e psicoterapeuta statunitense

Emily Nagoski, direttrice di Educazione al benessere e docente di Sessualità femminile presso lo Smith College

Roberta Rossi, psicoterapeuta e sessuologa

Iscriviti alla Newsletter!
Rimani aggiornato sugli ultimi articoli!

Se non vedi la mail di iscrizione, controlla nella casella di spam

Stefano | Red Rope

Mi chiamo Steve, ma sono conosciuto anche come Red, voglio divulgare nel mondo la bellezza della sessualità, ho da sempre lavorato in questa direzione, la divulgazione sessuologica è molto importante per me, ma anche per tutti coloro che la vorranno ascoltare.

[instagram-feed num=3 cols=3 showheader=true showbio=true showbutton=true showfollow=true]

Recensione Curvy 1+ vs Curvy 2+ | Red Rope

Oramai mesi fa testai il Curvy 1+ della Satisfyer che apprezzai veramente tanto, un ottimo succhia clitoride, al tempo lo misi al confronto con il Satisfyer Pro 2, ma adesso è arrivata un’altra sfida: il Curvy 1+ vs Curvy 2+ (il fratellino maggiore) Il Curvy 2+, è attualmente in promozione fino sul sito di Sexyavenue,… Leggi tutto »Recensione Curvy 1+ vs Curvy 2+ | Red Rope

BDSM e Framework SSC: il suo reale significato | Red Rope

La sigla SSC è nata nel 1983, quando David Stein entrò a far parte della associazione GMSMA (Gay Male S/M Activist). Quest’ultima doveva creare la così detta “Dichiarazioni di scopi e di identità”. Citando letteralmente il documento, l’apertura era: GMSMA è un’organizzazione no-profit per maschi gay nell’area di New York City che sono seriamente interessati in… Leggi tutto »BDSM e Framework SSC: il suo reale significato | Red Rope

Recensione Vibratore PoPSicle – il gelato vibrante | Red Rope

Ancora una volta in collaborazione con sexyavenue, uno dei più interessanti sexy shop che potete trovare online, oggi sono qui a presentarvi un loro prodotto molto interessante e divertente. Durante l’estate si sa che la cosa principale che si vuole fare è divertirsi, che sia al mare o da altre parti. E quando torniamo a… Leggi tutto »Recensione Vibratore PoPSicle – il gelato vibrante | Red Rope

Bisessualità e Pansessualità: differenze e punti in comune | Red Rope

Storicamente la parola pansessualità è stata introdotta da Freud nel lontano ma vicino 1917. Questo termine, però, è diventato di uso comune solo di recente, spesso messo in contrapposizione alla parola bisessuale. La pansessualità è un orientamento sessuale facente parte dello spettro del termine ombrello “Bisessuale” e deriva dall’aggettivo greco πας, πάσα, παν, ovvero “tutto”.… Leggi tutto »Bisessualità e Pansessualità: differenze e punti in comune | Red Rope

Quando si può parlare di consenso? | Red Rope

“Volenti non fit unjuria”  – Ulpiano Se avete già avuto modo di leggere l’articolo sui framework, essi hanno tutti un punto, ben esplicitato, in comune: il consenso. Come abbiamo già accennato nell’articolo precedentemente citato, chi approccia il BDSM dall’esterno e senza una dovuta infarinatura, si ritrova ad avere a che fare con pratiche violente ed… Leggi tutto »Quando si può parlare di consenso? | Red Rope

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *